Home » Servizi » Controllo accessi e rilevazione presenze: le tecnologie più innovative

Controllo accessi e rilevazione presenze: le tecnologie più innovative

Partner Data è un’azienda specializzata in sicurezza informatica attiva dal 1982. Da oltre 30 anni offre si occupa di identificazione e sicurezza informatica, e progetta e realizza sistemi di fidelizzazione. Dal 1987 è leader in Italia nella protezione dalla pirateria del software. Oggi Partner Data è tra i maggiori distributori italiani di smartcard e token, in molti paesi europei. Tra i prodotti principali dell’azienda ci sono, oltre le smartcard, la biometria, la firma digitale, la cifratura dati, l’antivirus e numerosi strumenti per il controllo accessi.

Il controllo degli accessi: strumenti indispensabili

Il problema del controllo degli accessi è una realtà non certo giovane. Negli ultimi tempi, però, in cui internet ha preso sempre più piede nella vita di tutti gli individui non più solo per motivi di svago, ma anche per ragioni legate al commercio ed al lavoro, la sicurezza diventa un elemento imprescindibile.

Aumenta, infatti, di giorno in giorno il numero delle persone che si affida al commercio elettronico, che acquista online e che consulta l’homebanking del proprio conto in banca direttamente da casa, grazie ad internet. I vantaggi che la rete ha portato sono, senza dubbio, innumerevoli. Vanno, però, considerati i rischi che tutto ciò comporta. Avere un’autenticazione forte, cioè certa e sicura, è uno degli obiettivi che Partner Data persegue da anni. La società è, infatti, in grado di garantire la massima sicurezza grazie ad una serie di strumenti, tra cui:

  • smart card e token USB;
  • biometria;
  • dispositivi One Time Password;
  • firma e certificati digitali;
  • applicazioni di Single Sign On.

lettore smart cardIl controllo degli accessi: le smart card e le token USB

Le smart card trovano tre grandi campi di applicazione, cioè nella sicurezza, nella fidelizzazione e nell’utilizzo di servizi. Partner Data offre card di tutte le tipologie, crittografiche, a memoria, a memoria protetta e di prossimità. Le token USB sono smartcard crittografiche che non necessitano del lettore.

Il controllo degli accessi: la biometria

La biometria, cioè l’impronta digitale, consente di controllare l’accesso logico, cioè a computer, banche dati e telefoni cellulari, e l’accesso fisico, cioè porte o tornelli. Partner Data, tra i primi nel mercato italiano, era operativa nel controllo degli accessi attraverso le impronte digitali fin dagli anni novanta. Si tratta senza dubbio di uno dei sistemi migliori per proteggere gli accessi, soprattutto ai dati sensibili.

Il controllo degli accessi: la firma digitale e la posta certificata

La firma digitale presenta la stessa valenza e le stesse caratteristiche di una firma posta con penna su carta stampata. Per ottenere una firma digitale occorre utilizzare una coppia di chiavi digitali. La chiave privata è nota solo al titolare ed è necessaria per creare la firma digitale. La chiave da rendere pubblica, invece, è fondamentale per verificare l’autenticità della firma. La posta elettronica certificata, PEC, permette di inviare e-mail con valore legale uguale ad una raccomandata con ricevuta di ritorno.

One Time Password

I dispositivi One Time Password sono uno strumento valido e sicuro a protezione degli accessi. Questi dispositivi, infatti, generano delle password casuali, che cambiano sempre. Uno dei principali vantaggi di questi dispositivi è la possibilità di poter accedere a dati protetti ovunque ed in ogni momento.

Rilevazione presenze: la tecnologia

Partner Data offre una serie di strumenti validi per la rilevazione delle presenze in diverse attività. Per i centri sportivi e di benessere, ad esempio, offre tag di prossimità per gli iscritti in cui sono registrate informazioni sul socio, come la data di scadenza, gli accessi consentiti e le aree di accesso. Il funzionamento è molto semplice: basta avvicinare il tag al lettore che va posizionato all’ingresso ed in questo modo si aprirà la porta d’ingresso.

Lo stesso dispositivo, il tag, può essere utilizzato per acquisti da effettuare al bar, ristorante o negozi e per tenere traccia di tutti gli altri servizi extra di cui usufruisce l’iscritto, come massaggi o lampade. Tra i tag più utilizzati ci sono bracciali e portachiavi.